Racconti della Memoria di una Pescara dannunziana
GABRIELE D'ANNUNZIO
"… Parte da molto lontano, dai tempi delle guerre puniche, l'amarcord che questo libro dedica alla storia del capoluogo adriatico. Il libro racconta la storia di Pescara attraverso foto, di cui molte inedite, materiale pubblicitario d'epoca, pergamene, giornali e quant'altro sia uscito da archivi e collezioni private. Il racconto parte dalla seconda guerra punica, prosegue nel secondo millennio fino al restauro del porto canale e la costruzione della ferrovia e della stazione…"
ELENCO DEI RACCONTI:
- Tenebre e luce
- Una "trovata" di Annibale per la navigabilità del Pescara
- Un bel mattino d'estate venne una poetessa con la piuma sul cappello
- Un dinamico paese che ha dato vita ad una città
- Cetteo: da scrivano di bordo a … santo
- Le antiche chiese di Pescara
- Centomila piastre di Gioacchino Murat per una cappella mai condotta a termine
- Quadretto dell'Ottocento
- Ricordi di un vecchio "cuore" dannunziano
- Amuleti, cornetti e ferri di cavallo ispiravano cieca fiducia al poeta
- Un fritto di grossi scorpioni
- Quel "diavule" di Don Gabriele a pesca di belle "ciapalone" con costumi blu a righe bianche
- Dono di nozze di Gabriele D'Annunzio
- Signurì, ha scritto lu profumiere!
- D'Annunzio ed il "bacio dell'arte"
- La fiaccola sotto il moggio recitata nella pineta di Pescara
- Dolci ricordi, velati di malinconia, per le lontane feste patronali
- Gli scherzi della notte di S. Martino che partivano da una "rustica cantina"
… ed altre!!